martedì 30 ottobre 2012

Immagini che riscaldano il cuore/heart warming pics


Tutto ghiacciato questa mattina, freddo.

Ma a me questo freddo non non raffredda il cuore, anzi, lo scalda, lo riempie!

Lo riempie di voglia di fare, di amore.
Ritrovo le energie perdute nei mesi estivi, le idee riaffiorano (prepotenti molto spesso)
e mi sento ispirata!
Ritrovo la vera "me".

Auguro la stessa cosa a voi tutte!


  

Photo credits: my last Pins in Pinterest will tell you!

lunedì 29 ottobre 2012

La prima nevicata/ the first early snow


L' avevano annunciato ed io ci speravo tanto: la prima neve, anche a bassa quota.

Doveva scendere anche sotto gli 800 metri (noi siamo a quasi 700).
E' arrivata puntuale domenica notte, non in paese però :-((
Così domenica mattina presto abbiamo caricato in macchina GG ed Emma e siamo saliti ,
super bardati (che faceva un freddo bestiale!) poco più in alto di casa nostra.

Emma si è divertita come una pazza, correva e correva senza più fermarsi e GG rideva che era un piacere sentirlo!!
Un freddo, un vento gelido che non vi dico, sembrava di essere in Alaska!
Niente foto purtroppo..la batteria della macchina era scarica causa Salone del Gusto Terra Madre (sabato Denny ed io siamo scesi a Torino...della serie...2 montanari in città!!) ah ah!!

Quando siamo tornati a casa però ho ricaricato la batteria e scattato qualche foto dal balcone
della nostra camera.

Che nessuno si offenda eh...ma domenica mattina, su per i monti, si stava tanto meglio che in mezzo
alla bolgia infernale del Salone (pur interessante, per carità)!!





Ecco un collage degli scatti che ho fatto al Salone del gusto....c' erano certi formaggi di capra.... mamma mia che meraviglia! Io adoro i caprini!


P.S. La foto dei cartelli stradali...vi chiederete "perchè questa ha fotografato i cartelli"??
C' è un motivo....ad un certo punto non sapevamo più che direzione prendere ed eravamo troppo lontani da quei cartelli per poterli leggere, così Denny mi ha detto
"Fra, prendi la macchina foto e zumma, come se fosse un binocolo!".
Et voilà!!! Vedete la direzione "Lingotto"??
Era quella che dovevamo seguire!!
Evvivaaaaaaaaaaaaaa!
Mi viene da ridere ancora adesso.

E vi lascio con questa foto che ho scattato questa mattina mentre venivo al lavoro queste sono le nostre montagne oggi: il Munt Barun, il Curna Bec ed il Pisavacca, non sono bellissime?!




mercoledì 24 ottobre 2012

C'è sempre qualche lavoro in corso/ Work in progress...as usual


A casa nostra, per non parlare poi della fattoria, c'è sempre qualche nuovo progetto in corso....piccolo... ma molto più spesso grande!

Ecco un accenno agli ultimi lavori in corso nella nostra piccola fattoria.

Questa gallina grigia è un regalo che ci ha fatto papà....
eh già..a casa Passionedeco son più apprezzati i regali di questo genere che i gioielli!! ah ah!!!



Denny ed il nostro amico Mimmo all' opera nella "riva" che porta al laghetto delle oche e delle anatre, la stanno terrazzando per renderla più fruibile e per creare delle zone di cova per i nostri animali.
 In Primavera, bimbi permettendo, avremo da sbizzarrirci a piantumare piante adatte a creare un ambiente di stagno!
Non vedo l'ora! Ho già tutto il progetto in testa.
Intanto gli uomini sgobbano!



E io preparo loro un buon caffè (all' Americana...sì!, non storcete il naso, a noi piace così!).
Un momento di relax nel giardino prima di riprendere i lavori.


Il ragazzo che vedete qui a sinistra ha aiutato Denny ad ampliare il pollaio...ormai abbiamo troppe "ragazze" e non ci stavano più alla sera, quando rientrano per fare la nanna! Così, oltre ad ampliarlo (ora è raddoppiato), mio marito (ah ah!!) ne ha approffittato per studiare delle celle di deposizione degne di un pollaio deluxe. Che ne dite?
A me piacciono un sacco e anche "le ragazze" sembrano proprio gradire!!



Un piccolo monello controlla i lavori...tutto ok Giò?!!
E' proprio un bel tipo!


Come ogni fattoria che si rispetti abbiamo deciso (finalmente) il nome per la nostra:
FATTORIA NOVECENTO
(che da anche un'idea di continuità con il nostro lavoro primario,
per chi non lo sapesse Denny ed io lavoriamo a Cera Novecento, azienda fondata dai miei genitori).
Per ora la fattoria non è un lavoro...ma, chissà.. un domani...sarebbe bello!

Che ne dite? Vi piace il nome che abbiamo scelto?

venerdì 19 ottobre 2012

UN ARMADIO, UN PENSIERO


Buongiorno a tutti!

Nello scorso post vi ho detto che volevo mostrarvi qualche cosa in più della mia grande
(a volte troppo, credetemi!!!) casa.

Bè, la Contessa di Carnarvorn, attuale proprietaria di Highclere Castle
(per intenderci la Downtown Abbey che tutti conosciamo)
 è solita dire che se una persona conosce il numero delle stanze della propria casa, vuol dire che la casa non è poi tanto grande!
Quindi... :-)))

Allora, ho pensato di iniziare da una stanza che non è stata pubblicata sul reportage di Vivere Country lo scorso Settembre. Non l'avevano fortografata perchè...era ancora vuota...o meglio, c'erano tutti stendini con i nostri vestiti ammassati sopra...non avevamo un armadio sebbene fossero passati 2 anni dal trasloco....
questi sono i miei tempi...di una cosa devo essere convinta, altrimenti, preferisco aspettare.
Deve arrivarmi l' ispirazione giusta.

Non mi importa granchè di avere la casa tutta arredata perfettamente sin da subito. Ado oggi, e sono passati 3 anni dal trasloco, mancano ancora un sacco di cose, molte sono solo provvisorie..ora che ci penso...ops...ho smesso di cercare l' applique che manca ancora in mansarda...e quel lampadario?
E la camera dei bambini?? Quando la ultimeremo? E le scaffalature nel mio atelier?
Stop, alt, Fra.......pian piano andrà tutto a posto, non c'è fretta.

Ecco allora la nostra "stanza armadio", finalmente.


Si trova in quella che era la camera da letto di mio nonno Beppino (già, i miei nonni dormivano separati, in stanze adiacenti ma non comunicanti). Durante la ristrutturazione abbiamo chiuso la porta d' ingresso alla stanza (che si trovava dove ora vedete le antine con le tendine) e creato un' apertura che rendesse la nostra camera da letto (in precedenza camera di mia nonna Regina) comunicante con quest'altra stanza...oh mamma...mi son spiegata?

Ecco, questa è la nostra camera da letto e l' apertura che ora ci consente di accedere direttamente alla "stanza armadio".



Come vedete i nostri pavimenti sono molto vecchi e molto ma molto irregolari, quindi avevamo proprio bisogno di una soluzione su misura e così abbiamo attivato il nostro falegname!
Ora l'armadio veste perfettamente le 3 pareti della stanza a lui dedicate.
Il lato di destra sembra molto poco profondo ma non è così:
sul fondo c'è una nicchia preesistente che raddoppia la profondità!
Con un mobile come il Pax di Ikea (per quanto bello sia..mi è sempre piaciuto molto ed era fra le opzioni che abbiamo contemplato) questi adattamenti su misura non sarebbero stati possibili.
Inoltre la stanza è veramente bassa ( mt 2,24)...

Ah, le tendine le ha confezionate la mia super mamma tutto fare con una stoffa toile de jouy che avevo acquistato anni fa su E-bay!

Appena avrò un attimo di tempo voglio però patinarlo con la nostra Cera in pasta Antichizzante per dare quell' effetto chiaro scuro che tanto ci piace!
Ho già provato in un angolino e viene una meraviglia!! 
Il mobile non è laccato...povero falegname..gliel'ho fatto spennellare tutto a mano, con l'acrilico!
Io proprio non avevo tempo questa volta!

     














Pensate che sia pieno?? Neanche un po'!
Ci sta ancora tanta ma tanta di quella roba!!

C'è stato un tempo in cui compravo moltissimi capi d' abbigliamento...per lo più, francamente, cianfrusaglie di scarsissima qualità che sono finite nel bidone (a volte proprio dell' immondizia e non della Caritas perchè non mi piace dare cose proprio scarse ai poveri, solo se sono accettabili le lascio alla Caritas e solo se tengono caldo).

Ora invece cerco (e devo dire che ci sto riuscendo bene) di comprare veramente poco, e solo capi belli qualitativamente parlando, con il giusto prezzo.
Per esempio, se voglio acquistare un maglione che mi scaldi cerco un maglione di lana
(100% lana e non 5% lana e resto acrilico).
 Certo, non pretendo di pagarlo 30 Euro.
E badate, la mia non è una questione di snobismo,
vorrei solo che molte più persone prendessero atto del fatto che ci stanno abbagliando con questi prezzi che altro non sono che "specchietti per allodole".
E con queste fibre sintetiche che stanno causando tante ma tante di quelle dermatiti da contatto...per non parlare dei coloranti che vengono utilizzati per tingere i capi a basso costo.
Poi c'è chi è allergico alla lana, e questa è un' altra questione, ma anche qui..ci sono fibre naturali per cui optare.

Comprando pochi capi, ci si può permettere di spendere un po' di più e si è sicuri che il capo in questione durerà una vita e non solo il tempo di una stagione, di una moda.

E no, non si tratta nemmeno di risparmiare, no, no, perchè ingannati dal prezzo basso ci si concedono più acquisti  ed alla fine voglio vedere chi spende di più...chi ha acquistato un solo maglione a € 100 o chi ne ha acquistati 10 a € 29.90 l' uno?
( Sia chiaro che questo mio discorso vale per le persone in situazioni economiche normali.
Non voglio mancare di rispetto a chi realmente fatica a mettere insieme il pranzo con la cena.).

Scusate questa piccola polemica...ormai mi conoscete...se penso una cosa,
la devo dire!

Vi lascio l' indirizzo di un negozio on line, Inglese, con sede in Cornovaglia che lavora la lana locale e anche la pelle (vestiti, maglie, articoli per i bimbi, articoli per la casa, stivali stupendi).
Made in England rigorosamente.

Io sono loro cliente da 4 anni circa ed ogni anno mi regalo, proprio in questo periodo,
un bel maglione. Da quando indosso i loro capi, bè, il freddo non so più cosa sia, nemmeno a 10 gradi sotto zero.

Questo per quanto riguarda i negozi on line, poi, grazie al Cielo, nelle nostre cittadine ci sono ancora tanti negozi che non fanno parte di grandi catene ma che scelgono autonomamente capi di qualità, magari di piccole aziende italiane che li producono con tanta passione e che quindi vanno supportati. Mi raccomando! ;-)

Quest'anno mi regalerò questo maglione/vestito, da Celtic:





A presto,



p.s. Se avete siti di abbigliamento da suggerirmi che rispecchino le caratteristiche a me care,..
       io son tutta orecchi ! (le mie poi sono anche a sventola...per sentirvi meglio!!!).                               

martedì 9 ottobre 2012

Raccolto autunnale/ Fall Harvest


Domenica è stata proprio una bella giornata, fruttuosa oserei dire!

Sì, lo so, avevo detto che dopo ilpost sul nostro matrimonio non avrei più scritto per un po'...
ma come facevo a non mostrarvi queste meraviglie del nostro orto???!!!

Abbiamo raccolto le zucche (che GG adora, non lo teniamo più: quando le vede, lì in dispensa ad asciugare, impazzisce letteralmente!!), qualche nocciola (poche purtroppo) e qualche ultimo ortaggio.

Quanto amo i frutti autunnali!
Le zucche poi, non so come sia, ma mi mettono un' allegria!!!






La "cavagna" ( termine utilizzato per la cesta di legno nel nostro dialetto) di mia nonna Regina, rattoppata in ogni punto con il suo immancabile (e bruttissimo!!) filo arancione, giallo e rosso ma che mai butterò! Ci sono troppo affezionata!


Si accettano ricettine sfiziose a base di zucca...ne abbiamo un po' di chili da far fuori!!! :-)))
Io la mangerei semplicemente cotta al vapore o in vellutata ma temo che mio marito
(!!! sto cercando di farci l' abitudine a questa parola!)
non sia proprio d'accordo!!

Fra

p.s. Sapete una cosa? Ho notato che nei miei posts vi mostro sempre e solo alcune stanze della mia casa (come la cucina e i particolari del corridoio della zona giorno, un po' l'entrata sul retro) ma ne tralascio molte altre.... mi devo impegnare di più!
Ho una casa piuttosto grande (4 piani, 14 stanze+ 3 grandi corridoi!) e mi limito sempre a
mostrarne solo 2 o 3...e nemmeno completo... no, no, devo proprio rimediare!!

giovedì 4 ottobre 2012

+ Scene da un matrimonio: the Holy Cerimony +


Ed eccomi con il secondo ed ultimo post dedicato al giorno del nostro matrimonio.
Dopo aver lasciato casa, una brevissima passeggiata a piedi fino in Chiesa.
Denny ed io, per mano, chiacchierando mentre gli ospiti erano già entrati.

Siamo arrivati in Chiesa con 5 minuti d' anticipo, per grande gioia del nostro Parroco,
Don Claudio che durante gli incontri prematrimoniali a casa nostra si era dichiarato arcistufo
delle mezz'ore di ritardo!!!

Il mio bouquet: spighe di grano dai campi di mio cugino (grazie Enrico!!)
legate con un vecchio pizzo di famiglia.


Chiudiamo la porta e...


arriviamooooooooooo! 


Ecco il Don che ci aspetta e, fin da subito, inizia a prenderci in giro!!! Che forte!


I bambini non mancavano proprio, pensate: 41 adulti e 13 bambini! Un bel numero no?
Ed il parroco ama lasciarli girare per la Chiesa mentre dice Messa! Menomale! E'stato così bello sentirli ridere e correre e vederli spuntare di qua e di là, farci bubusettete da dietro l' altare!!


E via, si entra..mamma che imbarazzo!!!
E se vi racconto questa so già che non mi crederete!!
Due giorni prima del matrimonio mi sono resa conto di non avere chiesto al Don se ci sarebbe stato qualcuno a suonare mentre entravamo in Chiesa..... no, non era previsto!
Sono gli sposi a doverlo richiedere! Ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh sìììììììììììì???!
E così abbiamo risolto portando un piccolo stereo con un nostro cd di Enya. E siamo stati accompagnati dalla sua voce soave. Alla fine mi è piaciuto di più della classica marcia nuziale.
La canzone che ho scelto è China Roses, la trovate su you tube se vi va di ascoltarla.


Queste le decorazioni dei banchi che avevo preparato il giorno prima, con l' aiuto di Federica.



          Le nostre fedi, disposte in un nido e legate con dello spago.
Le ha fatte un amico orafo di Denny e sono leggermente lavorate.
La lavorazione richiama la corteccia di un albero! 

Il Don!
Bellissima questa foto! Bravo Davide!




Altre spighe avvolte in sacchi di juta che arrivano da Cera Novecento
 (una materia prima naturale che utilizziamo per le nostre lavorazioni,
la Gommalacca, arriva in questi sacchi, dall' India). 





La mia mamma e il mio papà!!! :-)))


              Leggendo la preghiera degli sposi... e la promessa.
A questo punto ho avuto un cedimento e mi sono commossa un attimino!!!







  E di nuovo il Don che ne spara una delle sue!!!! ;-)))


Alla fine della celebrazione religiosa il Don ci legge gli articoli del codice civile...che cosa poco romantica!!
Ma si deve fare!



E GG decide che deve nuovamente raggiungere mamma e papà, questa volta proprio sull' altare!


 Appena usciti dalla Chiesa sono stata abbandonata dallo sposo, dal figlio, da mamma e papà e dalla gran parte degli ospiti che han voluto fare una visita guidata di casa nostra!!! Ma si può???
Ed ho dovuto anche chiamare mio papà sul cellulare per dirgli, dopo mezz'ora, che forse era il caso che ci muovessimo verso il ristorante!! Ah che povera sposa !!!  ;-))

E finalmente, tutti seduti, rilassati ed affamati all' Agriturismo! 


La nostra torta nuziale: crostate alla frutta!!


Ed infine le bomboniere, fatte in casa...letteralmente!
Un pacchetto di farina semi-integrale biologica con sessola in legno.
Un vasetto di marmellata di prugne che Denny ed io abbiamo fatto nel mese di Agosto.
Tutti ingredienti necessari alla preparazione di una magnifica crostata di Suor Germana
che a noi piace tanto (ricettina inclusa nel pacchetto ovviamente!).






Et voilà! Ora avete visto tutto!
Niente viaggio di nozze!

Francesca

p.s. Future spose, se mi permettete di darvi un consiglio:
godetevi la giornata, ridete, mangiate, non pensate a "si deve fare così, ma tutti fanno cosà", siate voi stesse e se gli altri han qualcosa da ridire, bè!!!
Gli sposi siete voi, la giornata è vostra mica di parenti, amici, suocere....
VOSTRA soltanto!!

Non fatevi condizionare, seguite quello che siete e andrà tutto bene, anzi, benissimo!!