giovedì 30 maggio 2013

Un giro in Fattoria


Okkeyyyy! 
Ce l'ho fatta a caricare tutte le foto!
Ieri io e il piccino ci siamo fatti un bel giro, con calma, nella nostra fattoria per controllare che tutto fosse a posto e per valutare i lavori che urgono...oh mamma...tralasciamo quest' aspetto (ci sono tonnellate di erbacce cresciute a dismisura a causa delle piogge di questi mesi!!!)..
dicevo, tralasciamo e godiamoci un po' di bellezza, per lo meno... io trovo sia bellissima la nostra Fattoria, la Fattoria Novecento!

Non ho fotografato gli animali questa volta, solo il verde!
E anche un autoscatto, ci voleva!






il prato incolto da cui Denny ricaverà il fieno che nutrirà i nostri conigli in Inverno
Our hay-field.



Mi piace pensare che questa nuvola bianca sia frutto del lavoro di una fata del bosco....polvere di fata!
I love thinking that this white cloud was made by a wood fairy... fairy dust!
Melo cotogno    Our quince tree

Alveari, rosa canina e galline sullo sfondo, sopra al cassone di legno per il compost!
Beehives, a wild rose and some chicks on the background, on the wooden compost box!

Impianto di lamponi    Raspberries

Pero varietà antica, tipica piemontese, denominata Martin Sec, pere ottime cotte con il vino o glassate con zucchero e burro!
Our Martin Sec pear tree, an ancient type of pear typical of our region and so tasty when cooked with wine or glazed with sugar and butter. 

Una nuova piantina di menta che mi ha regalato la nostra vicina di casa Marocchina.
A little mint that our Moroccan neighbor has gifted me
.

Mirtillo   Blueberry

Patate   Potatoes

Vista di uno degli orti e della vigna, sullo sfondo "Gino spaventino", lo spaventapasseri che ha costruito GG con la sua tata.


Caco   Kaki 

La serra per i pomodori the Tomato house

Spero che il giro vi sia piaciuto! ci sarebbe molto altro da mostrarvi...la prossima volta!

Fra 

martedì 28 maggio 2013

Si cresce.


Non so... io questo piccolino me lo sto coccolando e godendo tanto!

Sarà che è davvero un tipino adorabile, tutto sorrisi e chiacchierine!

E intanto sta crescendo a vista d' occhio...
ha solo 3 mesi e 1 settimana ma a detta di tutti sembra un bimbo di 6 mesi...
un vero bolide!




E non solo Carlo cresce.... 


Fra

mercoledì 22 maggio 2013

Un lavorone!

Durante i mesi invernali i lavori in fattoria si sono susseguiti a ritmo davvero incalzante.

Il lavoro più lungo e faticoso è stato senza dubbio quello dei terrazzamenti del pendio che scende dal pollaio fino al ruscello in fondo alla nostra proprietà.
Un lavoro da ciclopi, degno di un ingegnere naturalistico:
niente cemento, solo legno e piante!

Li ha progettati Denny e anche il lavoro fisico ce l'ha messo lui, con il grande ed insostituibile aiuto
del suo amico Mimmo e di Gilberto, esperto in questo genere di lavori.

Io dico che il risultato è strepitoso e a quanto pare hanno gradito anche oche ed anatre che hanno trovato qui il loro definitivo alloggiamento: i terrazzamenti conducono al piccolo laghetto artificiale fatto fare apposta per loro.
Ora Denny ha piantato dei salici, dei canneti e delle rose canine per offrire un po' di riparo e favorire la nidificazione.
Mentre papà ha comprato tre grosse betulle più un salice piangente che, non appena crescerà, riverserà le sue fronde proprio nel laghetto.
Già me lo vedo tutto l'ambiente quando le piante saranno cresciute... un' oasi!

Spero proprio che le nuvole di tempesta (sia a livello meteo, sia per altri motivi molto più "umani",
passino in fretta e che possiamo tornare a godere appieno della gioia che questa nostra piccola fattoria ci regala ogni giorno...).








sabato 18 maggio 2013

Cosa fare nel weekend!




Un sereno weekend a tutti voi...

io sperimento...
fiori, olio, 
zucchero, sale, limone....

vedremo...








mentre GG si sbizzarisce nella fattoria!!



Fra

mercoledì 15 maggio 2013

Come un' ape.


Ve l'avevo detto vero che abbiamo preso le api per ricominciare a produrre miele?
Già, papà insegnerà a Denny l'arte magica dell' apicoltura e Denny dal canto suo sta già studiando su dei vecchi libri.

E io?
Io osservo le nostre api e, nei momenti in cui mi sento un po' inadatta, un po' fuori dalle logiche di questo mondo, di questo mondo dei blog, quando perdo la strada e non ricordo più che direzione stavo seguendo, bè... le guardo e capisco che la direzione è una sola:
LA MIA, 
quella di una vita semplice ma impegnativa, di una vita un po' strana secondo qualcuno ma non ancora sufficientemente strana secondo me!

E quindi, a testa bassa, avanti, come loro, le api! E alla fine, ne sono certa, i frutti li raccoglierò.



Un grazie speciale a tutte le persone che credono in me e che questa mattina mi hanno risollevato il morale, dando il via ad una bella chiacchierata su Fb!


giovedì 9 maggio 2013

La Torta Paradiso di mia nonna a Pie*ography Thursday by Anne Marie


Amo mangiare bene e amo cucinare, questo lo sapete già, non è vero?
Quello che forse non sapete è che io amo la cucina semplice, della tradizione, un po' rustica.
Non mi piacciono gli strani connubi in cucina, le sperimentazioni selvagge..o meglio, non tutti! 
Li assaggio, per carità, non sia mai...ma la maggior parte delle volte la mia faccia è schifata dopo 
l' assaggio.... come quella volta che mangiai da un famosissimo chef italiano
il risotto con melone e cioccolato.... oddio.... terribbbbile!!!!


Ecco, uno dei miei dolci preferiti è il dolce più classico che forse più classico non si può!
Ma anche così versatile... servito semplicemente così com'è, morbido e delicato oppure accompagnato con marmellate, miele, magari una cremina di cioccolato che con la torta ci sta bene...ma con il risotto...!!!!

LA TORTA PARADISO- Heaven's Cake 
SECONDO LA RICETTA DI MIA NONNA AGNESE
AS MY GRANDMOTHER AGNESE BAKED IT
(che anche lo chef più osannato e strapagato..bè...se lo sogna di cucinare come lei!!!
even the most fampus and well payed chef doesn't cook like she did!!).
Per la cronaca: la nonna Agnese era veneta, campagnola e mamma della mia mamma.

Troverete la ricetta anche in Inglese perché con questo dolce partecipo alla rubrica settimanale di 
Anne Marie, rubrica in cui ogni giovedì presenta una torta tratta dall' ormai famosissimo libro 
"Pie*ography.. if my life were a pie"
  una biografia delle torte, non solo le ricette ma la storia delle donne che le hanno cucinate)di cui Anne ha curato la preparazione delle ricette e lo styling per le foto.








Ingredienti - Ingredients

6 uova- 6 eggs
(preferibilmente di fattoria, e se trovate delle uova di anatra meglio ancora: la torta risulterà ancora più morbida perchè gli albumi delle uova di anatra fanno lievitare i dolci in maniera spettacolare!
If you can, get farm fresh eggs or even better duck eggs since they will make your cake rise more! )
200 gr di fecola di patate - 7,05 oz potato flour
200 gr di zucchero - 7,05 oz sugar
250 gr di burro (io uso la margarina per via dell' intolleranza di GG) - 8,80 oz butter (or you can use margarin if someone is intolerant to milk)
la buccia di un limone non trattato- the zest of an organic lemon
1 bustina di lievito per dolci - 2 teaspoons baking powder for cakes
1 cucchiaino di vanillina- 1 coffespoon of natural vanillin


Separate i tuorli dagli albumi e montate questi ultimi a neve con un pizzico di sale.
Divide yolks from albumens and beat the albumens untill stiff with a little bit of salt.
Mettete il burro in un pentolino e fatelo sciogliere sulla fiamma molto lentamente
Put the butter in a pan and let it melt very slowly
Intanto sbattete i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema di un giallo chiaro
Meanwhile beat the yolks with the sugar untill you will get a light yellow cream
Aggiungete a questo punto il burro fuso, la fecola, la vanillina ed il lievito
Now add to the cream the melted butter, the potato flour, the vanillin and the baking powder.
Mescolate molto bene e solo alla fine aggiungete gli albumi montati a neve avendo cura di mescolare dal basso verso l'alto per non smontarli.
Mix very well and then add the albumens very carefully mixing with a wood spoon from bottom to top, so that they will not deflate.
Cucinate per 40 minuti in formo ben caldo (180°C). 
Cook for 40 minutes in already hot oven ( 356°F)

Questo è il composto finale, molto spumoso e arioso. This is how the the final mix should look, very airy and foamy.

This is such an easy yet so tasty, fragrant and soft cake. You can serve it as it is or filled with your favorite jam ( I've recently made a dandelions jam which is heavenly!!), honey or even a chocolate cream. It is also perfect for breakfast.

Fra




















lunedì 6 maggio 2013

My home: in love with Lauroceraso and a preview


E' sempre così per me... quando mi invaghisco di qualche elemento naturale...poi..si salvi chi può!!!
Al momento sono particolarmente innamorata del nostro lauroceraso. 
Ne abbiamo un grandissimo albero nel terreno che Denny ed io abbiamo acquistato due anni fa da una vicina di casa... nn l'ho mai considerato veramente, fino a quest'anno.
La sua abbondante fioritura mi ha affascinata, il suo inebriante profumo di miele mi ha assuefatto!
E così ne ho sparpagliato ovunque in casa e ora, quando passo da una stanza all'altra, respiro profondamente e mi godo, tutta felice, questa meraviglia, con gli occhi e con il naso!!







GG allibito mentre la mamma entra in casa carica di rami di lauroceraso

Carlo invece se la ride!!

Ho apportato molte modifiche in giardino, specialmente nella zona della nostra cucina all' aperto, grazie a dei ritrovamenti e a dei preziosi regali di Barbara de " La soffitta di Camilla" che è venuta a trovarci qualche giorno fa. Ecco una vista d'insieme... a presto per altre immagini, se vi va!


Ci sono delle lavande che aspettano di essere trapiantate ed anche un mirtillo americano che ho acquistato venerdì a Masino, alla tre giorni per il giardino, dove ho anche conosciuto
 Simonetta Chiarugi del fantastico blog Aboutgarden... ed è stata da subito una grande intesa!!

Buon lunedì a tutti!

Fra