martedì 27 agosto 2013

Agosto in immagini


Agosto per me è un mese di passaggio, una sorta di limbo.. un mese che non amo particolarmente:
qui da noi non è più estate estate ma non è nemmeno autunno....
amo però i suoi temporali, che rinfrescano a tal punto l' aria da farmi pregustare il sapore dell' Autunno... sì, perché l' Autunno ha un suo sapore....un suo profumo.
 
Ecco, un po' di immagini del nostro Agosto a casa (no, niente viaggi, niente mare, solo casa),
in attesa che arrivi Settembre, mese che amo tanto e guarda caso proprio in questo mese ci siamo sposati ed abbiamo battezzato i bimbi (Carlo fra due settimane), Settembre, un mese carico di promesse, di voglia di fare, Settembre, anche il titolo di uno dei miei libri preferiti, di Rosamunde Pilcher (se come me amate la campagna inglese e le sue tradizioni...bè, non potete proprio perdervelo!).
 
Agosto a casa, dimentica di tutto: lavoro, blog, facebook...
con tanti lavori però da fare qui, in fattoria e in casa..avremo presto ospiti, per il Battesimo di Carlo appunto e c'era, in parte c'è ancora una camera da preparare!



 

 


 

















 
 
 
 

giovedì 1 agosto 2013

Nera: un post politically "scorrect"..ma chi se ne frega! oh!



Nera, sì, più correttamente incazzata nera!

Ecco come mi sento da 3 giorni a questa parte, da quando un pomeriggio sono salita in macchina per andare al lavoro e mi sono trovata davanti, a pochi km da casa (1 circa) l' ennesimo scempio in corso in questo mio paese.

SCEMPIO, sì, altro non so come definire il fatto che l' ennesima cascina è stata demolita per...
costruire un dannatissimo garage. 
Per intenderci..una cascina così:


è ridotta così:



Innanzi tutto la gente che non capisce...ma dico io, avete un simile tesoro tra le mani e lo distruggete?
Ma siate almeno furbi da venderlo a chi ne può capire qualcosa in più di voi. O per lo meno, siate abbastanza furbi da ricostruire con i materiali recuperati dalla demolizione...e invece no.... li buttano loro, scellerati, i vecchi travi, i vecchi mattoni pieni, le vecchie bellissime pietre cantonali....oddio.... 

E la nostra amministrazione (ma potrei parlare al plurale tanto sono tutte uguali) che concede i permessi?
Troppe concessioni, troppa ignoranza, troppa mancanza di amore e passione, di cultura.

Ma che fine farà mai questo paese se distruggiamo tutti gli ultimi segni del nostro passato agricolo, montanaro, di pastori?
Ve lo dico io che fine farà: diventerà brutto (che già son stati fatti tanti di quei danni negli anni che non sto nemmeno ad elencarveli)...
ed il bello è che fanno tante di quelle riunioni, tanta di quell'aria fritta... "Trivero può vivere di turismo, Trivero qui, Trivero là"...oh, come no??!
E che ci vengono a fare i turisti se trovano solo del brutto?
Non che sia tutto brutto il mio paese, anzi, ci sono bellezze naturali mozzafiato..ma in quanto al patrimonio architettonico...puf, scomparso, demolito, sommerso da colate di cemento.

E poi tutti i permessi per edificare nuove case, quando ce ne sono di vecchie, vuote da anni, bellissime...
ah..vorrei avere i soldi per comprarmele tutte io (per carità, non che io sia il top ma almeno le so apprezzare, questo sì),
avrei progetti, idee....visioni meravigliose.....
strutture di accoglienza, caffè, librerie ristorante, negozietti carini carini....
non ci voglio nemmeno pensare a quello che potrebbe essere e non è...e forse mai sarà..perchè anche se 
dovessimo (dovessero) svegliarsi tutti d'un colpo...i danni fatti sino ad oggi non sono reparabili, indietro non si può più tornare.

E se non vogliamo vederla solo dal lato paesaggistico e storico....ma sta gente che abbatte le cascine o le vecchie dimore..ma lo sa che potrebbere essere la loro personale miniera d' oro?
Che se ce le avessero negli Usa delle cose così..farebbero pure pagare il biglietto, solo per guardarle.
Fate voi.

E poi, sì, le case nordiche o quelle  provenzali sono bellissime, io le adoro, ma stanno bene dove sono, noi dobbiamo preservare la nostra di eredità, il nostro di patrimonio, come fanno bene loro.
Voglio dire...siamo in Piemonte? Bene, costruiamo con i materiali tipici della nostra regione, con i colori della nostra terra... non vi pare più logico?
E anche i giardini...basta con sti ulivi piantati in montagna, basta con il voler piantare piante che qui soffrono e basta... e la palma, piantatela SOLO se avete una di quelle magnifiche ville
inizio 900, liberty..che lì ci sta,  altrimenti mettete una bella betulla, che ne so, un carpino, un faggio... fate voi!

E poi, fatemi un piacere, se state per sistemare casa...leggetevi questo libro e riflettete:




Lo sapete qual è il mio sogno più grande? 
Prendere una di quelle palle di ferro legate a una catena, quelle che si vedono nei cartoni animati, per abbattere le costruzioni e piantare una mina terribile a tutti gli stabili che non mi vanno...a quei cubi orrendi... ahhh..che soddisfazione!

Per andare su qualcosa di più leggero (mica tanto eh...son fritti!):
questa mattina ho preparato una ricetta tipica piemontese, la mia nonna Regina la faceva sempre e per mio papà è sempre stata una festa! Ora l' incarico è passato a me.
I FRICIULIN o FIUR PIEN
 (fiori di zucchino ripieni di carne trita, pane e latte, coste, prezzemolo)
ed sono saltate fuori anche delle coste ripiene e qualche polpettina visto che 
l' impasto era tanto.

E la festa non è solo per papà...a quanto pare!!
Ih ih!!
Ecco la sequenza....   :-)))




Fra