martedì 24 dicembre 2013

Un vialetto di rami per un Natale al VERDE!


Ed eccoci giunti alla Vigilia di Natale...

io voglio virtualmente accogliervi così, a casa mia.

Il vialetto selciato che conduce all' ingresso principale di casa si è vestito a festa:
sono bastati alcuni rami  di pino appoggiati qua e là, senza troppa attenzione, 
qualche pezzo di betulla dalla candida corteccia
(adoro le betulle, proprio le amo!) e altre piccole decorazioni naturali, qualche lanterna che di notte scintilla "a lume di candela" e qualche filo di lucine (che qualcuno si diverte a prendere a bastonate...vedere foto più avanti!)

Benvenuti 
e
BUON NATALE!! 




















Spero che questo Natale e questo ormai prossimo anno nuovo porti a tutti noi:

salute innanzi tutto, 
serenità, 
spirito di sacrificio e di adattamento (ci vogliono, più che mai....)
voglia di fare 

tanta calma e sangue freddo (questo vale soprattutto per me!! ah ah!!) 


Questo post partecipa all’iniziativa promossa da AboutgardenL’ortodimichelleGiatoSalò
Natale al  VERDE!
natalealverde-1
In linea con il periodo che stiamo vivendo, la creatività è di scena con le inedite e originali proposte di tanti blogger per un progetto davvero al passo con i tempi!
partecipano con me:
Potete sfogliare e pinnare tutte le immagini dell’iniziativa
nella board dedicata al Natale al VERDE in Pinterest 


                                                           

martedì 17 dicembre 2013

Il mio regalo per Natale al VERDE e per voi: un articolo di Manuela Longo.

Una lista di regali per Natale 


Manca proprio poca al giorno di Natale, vero?

Lo scorso anno vi avevo, diciamo così, regalato due guest post di due amiche americane che vivono in due fattorie e conducono uno stile di vita tanto semplice quanto faticoso ma estremamente autentico ed appagante.

Quest'anno..un altro regalo di Natale per voi...bè, sicuramente lo è per me!
La giornalista Manuela Longo, (la mia amica Manu!) che avete tante volte letto nelle più belle riviste di arredamento e anche qui (il post che ha scritto per me, su di me, su di noi, lo scorso Settembre)
 ha voluto scrivere un altro post qui sul e per il mio piccolo blog...

A lei la parola... io l'ho sentito così nelle mie corde questo suo articolo! 
Proprio in linea con Passionedeco, con quello che per noi rappresenta, con quella che è stata la mia lista di regali di quest'anno: regali piccoli e semplici ma fortemente pensati e voluti...come de io dicessi a chi riceverà i miei pensierini "ti ho pensato, ti ho ascoltato quest'anno).
Spero che il messaggio arrivi...che sia capito.

(e anche l' ultimo suggerimento...bè, io quest'anno l'ho proprio messo in pratica! 
Zac, cancellati!)

Grazie mille Manu! Sei preziosa per me! 



Qualche anno fa, un settimanale di Mondadori con il quale collaboravo mi commissionò uno speciale sul Natale o, meglio, sui “doni”. 

E siccome io qualche mese fa me ne sono fatto uno in anticipo di regalo, ovvero spedirmi qui in Francia i numeri di questa rivista che ho conservato gelosamente, ecco che risfogliandoli ho ritrovato questo articolo. 

Naturalmente l'ho riletto e, quando sono arrivata in fondo, 
mi sono detta che qui, nella fattoria “virtuale” di Francesca, avrebbe potuto rifiorire. 

Qui, dove il Natale non è consumismo e dove ha un senso parlare di un altro genere di “doni”. 

L'articolo è molto lungo, così ho tentato di farne un condensato. 

Spero che questo vademecum 
(scritto da me e illustrato da Francesca) 
possa aiutarvi nella ricerca dei doni giusti. 

Buon Natale a tutte voi. 


Come fare la lista 

Quest’anno riscopri la poesia di regali mirati, fatti con il cuore e senza spendere una follia. 
Prima, però, prenditi un pò di tempo per fare la lista che ti propongo. 
Vedrai che questo Natale metterai sotto l’albero solo doni giusti. 

Innanzitutto, hai bisogno di una matita e di un foglio grande, da dividere in sette colonne, nelle quali dovrai distribuire i nomi di tutte le persone alle quali pensi di voler fare un dono, (seguendo il criterio che ti spiego di seguito). 

Se uno spazio resta vuoto non preoccuparti, non è necessario compilarli tutti. 
Pronta? 

+ Inizia dai doni d'amore +

 Scrivi nella prima colonna le persone che ami, quelle che rappresentano per te una guida (o per le quali la guida sei tu) e che ti regalano emozioni ogni giorno. 
Per loro ci vuole un dono d'amore. 
I doni d'amore costano poco ma recano un messaggio che va oltre il loro utilizzo e il loro prezzo. 
Alla mamma che c’è sempre regala qualcosa per sé soltanto, 
a tua sorella compra quell'oggetto che acquistava da ragazza ma che poi ha smesso di concedersi per dare la precedenza a nuove incombenze, alla tua amica più cara dona qualcosa di tuo che ti “invidia” da sempre (ma è d'obbligo un bel pacchetto e un bigliettino che renda più romantica “l'adozione”!). 



+ Prosegui regalando condivisione + 

Sei già alla seconda colonna da riempire. 
Questo è lo spazio dedicato alle persone che condividono con te i vari momenti della giornata, dai colleghi ai compagni di palestra. 
A queste persone farai un regalo unico, cioè un dono “da condividere”. Prepara un dolce e portalo in ufficio, in parrocchia o alla lezione di inglese e festeggiate senza preamboli. Ma dedica ad ognuno un momento in più, per una breve chiacchierata o una confidenza. Insomma, fa' che sia un momento bello, non un rito vuoto e spento. 




+ Ora “infiocchetta” un po' del tuo tempo +

 Per la terza colonna, fai il punto degli amici e dei parenti lontani, i cugini che hanno cambiato città e che non senti da una vita o gli zii che adoravi ma che non vedi da quando eri piccola. Per tutti loro non c’è niente di meglio di un regalo di tempo. Se sono troppo distanti, decidi di dedicare un pomeriggio a qualche telefonata senza fretta, oppure scrivi loro una lunga e-mail. Racconta di te, della tua famiglia e del lavoro, poi aggiungi qualche foto recente, un video divertente o il link ad una board di Pinterest che avrai creato di proposito perché possano vedere in tanti scatti i ritratti dei tuoi bimbi, le foto della tua casa, qualche scorcio della città in cui abiti. È un regalo che chiede minuti non soldi, ma è uno dei più belli che tu possa fare! 




+ Un dono necessario + 

Sei già alla quarta colonna. Questa è dedicata alle persone con le quali hai avuto una discussione, affetti sfumati o litigi che non hanno più senso di andare avanti. 
Preparati a fare un dono di pace. 
Acquista qualcosa di veramente simbolico: un angelo, un rametto di vischio, una candela e, semplicemente, vai a trovare le persone nell’elenco. Non tergiversare, fallo con risolutezza di spirito e il cuore aperto. Fallo senza aspettarti baci e abbracci, ma, prima di tutto, un gran sollievo. 


+ È il tuo turno, sii grata + 

Ora, con il cuore più leggero, puoi proseguire con la quinta sezione e scrivere le persone che, ogni giorno, fanno un piccolo regalo a te, la vicina che porta fuori il tuo cane quando non ci sei, la baby sitter che si fa in quattro, la colf che chiami a tutte le ore. 
In questi casi devi pensare ad un regalo di gratitudine, facendo tu qualcosa per loro e puntando su un aspetto per il quale ti senti molto brava. Ad esempio, puoi offrirti di organizzare la festa di laurea della baby sitter, oppure fare un bel dolce per la vicina (o una sciarpa per il suo di cagnolone, se sei brava con i ferri!) 



+ Un regalo per Babbo Natale! + 

Hai ancora due colonne da riempire. Pensaci un pò e scrivi nella sesta un solo nome, e cioè quello di chi, nella tua famiglia o nel tuo gruppo di amici, merita un dono eccezionale per la disponibilità, l’amore ed il tempo che spende per gli altri. 
È quella persona alla quale tutti, tutti gli anni, vorrebbero aver dato di più ma che poi finisce per vincere sempre in generosità! 
Per lei, coinvolgi gli altri familiari e insieme pensate ad un dono “per Babbo Natale”. 
Per una zia molto speciale, la tata che ha cresciuto tutti i bimbi della famiglia, la sorella ancora “single” (ma zia a tempo pieno!) è necessario unire tante piccole forze per farne una sola e che coincida con un oggetto importante (questa volta ci vuole!) e che doni al destinatario un attimo di assoluta meraviglia. Un dono, tanti auguri. 



+ Un regalo al quadrato +

Ora devi trascrivere tutte le persone a te vicine alle quali è capitato qualcosa di bello negli ultimi tempi e che non hai avuto il tempo di incontrare come la collega che ha avuto un bimbo o la cugina che ha cambiato casa. 
A loro farai un regalo al quadrato. 
Alla neomamma piacerà senz’altro un bavaglino natalizio per il bebè, mentre per un appartamento nuovo di zecca ci vuole un piccolo decoro prezioso, magari fatto con le tue mani. 






+ Ti sembra di aver saltato qualcuno? + 

Forse è la categoria delle persone che vedi per dovere ma che proprio non sopporti, di coloro che ti fanno sentire inadeguata, degli amici di amici con i quali non è mai scattata l'empatia o di quelli che telefonano una volta l’anno solo per garantirsi un invito a cena. 
Quando arriverai a questi nomi, 
cancellali e fa' un regalo a te stessa! 

(e anche l' ultimo suggerimento...bè, io quest'anno l'ho proprio messo in pratica!
Zac, cancellati! e chiuso il discorso!!)

Ah Manu,  lo rileggo e mi accorgo che tu, tu mi hai messo nella terza colonna!!
Grazie!





Questo post partecipa all'iniziativa promossa da Aboutgarden, L'ortodimichelle e GiatoSalò 
Natale al VERDE.





E per di più, il portale on line di giardinaggio più frequentato del web, Giardinaggioweb
si è tanto entusiasmato per questa iniziativa da offrirci uno spazio banner nella sua homepage!!
                                                            GIARDINAGGIOWEB

In linea con il periodo che stiamo vivendo, la creatività è di scena con le inedite e originali proposte di tanti blogger per un progetto davvero al passo con i tempi! 

partecipano con me:




Aggiornamento del 17 Dicembre:
chi è il vincitore del giveaway di Cera Novecento??

Millie Dolci!





martedì 10 dicembre 2013

Ali d'angelo per Natale al VERDE


Le decorazioni natalizie di quest'anno a casa mia (come lo scorso anno) sono decisamente 
poche green (poche ma buone si potrebbe dire)!

Non mi piace tutto questo affanno che vedo in giro (e parlo di blogland ma anche di mondo reale),
tutta questa corsa alla decorazione che inizia già un mese e mezzo prima di Natale...
io ancora non ho fatto l'albero, figuriamoci...

e sì che sono un' amante del Natale...
ma ultimamente per me è il Natale è altro...
non sono le decorazioni, non sono le luci (che mi piacciono tanto)..
Natale è il freddo, sono i bimbi, un po' di profumo di abete e cannella, mio marito, i miei genitori, un fuoco acceso..

ma lasciamo perdere le polemiche...non è il momento!

Quando un paio di settimane fa Simonetta di Aboutgarden mi ha chiesto se volevo aderire alla bellissima iniziativa "Natale al VERDE" che recita 
" In linea con il periodo che stiamo vivendo, la creatività è di scena con le inedite e originali proposte di tanti blogger per un progetto davvero al passo con i tempi! "..
 bè, non ho saputo e potuto dire di no!

Un progetto verde e ricicloso mi si chiedeva! 
Niente di più semplice: 
avevo già in mente
delle ali d'angelo confezionate partendo da grucce da lavanderia e rami di conifera!
Si eliminano gli appendini delle grucce e si uniscono con dello scotch in modo da dare loro la forma di ali d'angelo e poi si ricoprono di verde, a piacere.

Le volete vedere?

Eccole!




Comunicazione di servizio: il progetto riuscirà meglio se indosserete un 
caldo cardigan di lana e dei calzini moooolto natalizi







Questo post partecipa all'iniziativa promossa da Aboutgarden, L'ortodimichelle e GiatoSalò 
Natale al VERDE.





E per di più, il portale on line di giardinaggio più frequentato del web, Giardinaggioweb
si è tanto entusiasmato per questa iniziativa da offrirci uno spazio banner nella sua homepage!!





In linea con il periodo che stiamo vivendo, la creatività è di scena con le inedite e originali proposte di tanti blogger per un progetto davvero al passo con i tempi! 

partecipano con me:






Vi consiglio di andare a trovare ognuno di loro...che idee meravigliose!!! 
Potete anche sfogliare e pinnare tutte le immagini dell'iniziativa nella board dedicata al Natale 
al VERDE in Pinterest!
Ed esiste anche un album su Facebook!



                                                              


giovedì 5 dicembre 2013

The Gentlemen's Corner a casa mia.



Sono fermamente convinta che un uomo non possa e non debba vivere 
in una casa tutta pizzi e merletti e tutta, troppo, femminile.

Credo che, come noi donne desideriamo un posto per noi dove sentirci avvolte e femminili 
(o dove sentirci semplicemente noi stesse, qualsiasi "cosa" noi siamo),
anche l' uomo di casa meriti un posto tutto suo, caratterizzato da materiali e oggetti di gusto squisitamente maschile.

Io ho così "regalato" a mio marito questo angolo bar che ho creato pian paino con oggetti di recupero, trovati qui a casa, accumulati nel tempo o acquistati
e che scherzosamente amo chiamare " The Gentlemen's Corner" 
anche se Denny è più un tipo cowboy che Gentlemen a dirla tutta!

Ma devo dire che ha apprezzato molto e si diverte, quando riusciamo, a mettersi dall' altra parte del bancone (che bancone non è ma un mobile che stava in pollaio..pieno di chiodi e viti e che ho fatto restaurare e poi patinato con la nostra Cera Decorativa Bianca, con cui ho patinato anche gli sgabelli) ad interpretare il ruolo del raffinato uomo di campagna che serve un buon Whisky and Soda, o un Punt e Mes and Soda a sua moglie!

Ah ah....sarà colpa mia che lo ho tartassato con i racconti di Rosamunde Pilcher??!!!
Poverino!

SO, Ladies & Gentlemen
here you are

Our Gentlemen's Corner!!



I quadri (incisioni e dipinti) che vedete in queste foto sono tutti opera di mia cugina Silvia 
che potrei definire un' artista a tutto tondo: pittrice, ceramista, sarta, tutto! 
(se siete interessati a dei quadri e incisioni come questi contattemi e io vi metterò in contatto con lei).


Questo qui sotto è un pezzo della storia Inglese: il bicchiere della staffa
offerto ai cacciatori a cavallo prima che iniziassero la battuta di caccia. Ho una venerazione per questo oggetto! 




Quel mobile era nel bagno quando mia nonna abitava qui prima di noi, io l' ho voluto fortemente ricollocare in questo punto perché gli specchietti mi hanno tanto ricordato un mobile da bar anni 30!



Ora manca solo il profumo di un buon tabacco ma, fino a che i bimbi sono piccoli non se ne parla,...magari, quando cresceranno, Denny potrà concedersi, di tanto in tanto, 
un sigaro fumato comodamente e lentamente su questi bellissimi sgabelli!

Eh già, non scandalizzatevi, la Fra tutta eco e green che conoscete...vi cade proprio sul tabacco...
amo il profumo di una sigaretta ben fumata 
e quello di un buon sigaro!

So che molte di voi, quando ero alla ricerca degli sgabelli che vedete in queste foto, erano interessate alla stessa tipologia di sgabelli appunto..io li ho trovati da un produttore di Udine, specializzato nella produzione di sedie in faggio curvato di stile viennese, made in Italy.

Vi lascio il loro link se desiderate contattarli:
http://www.sediaelite.com

E vi lascio anche il link alla mia raccolta su Pinterest "A man's style"


se vi andasse di vedere una raccolta di cose e stili per i vostri ometti!




                                                                 

martedì 3 dicembre 2013

Torta di (tante) mele della nonna Agnese



Buongiorno a tutti!

Giornate di grande freddo e neve (evvivaaaa)...
esiste forse clima migliore per cucinare delle buone torte?

Così, appena ho un attimo di tempo, sfodero il raccoglitore dove custodisco gelosamente le ricette della mia nonna Agnese (la mamma della mia mamma, veneta della provincia di Vicenza) e mi metto a impastare, mescolare, infarinare, imburrare..

Ormai lo sapete: 
per me cucina fa rima con tradizione e famiglia. Niente di meno, niente di più!

Sì, anche in questa ricetta, come in quella della Torta Paradiso sempre della nonna agnese (rileggetela qui se vi va), c'è parecchio burro e parecchio zucchero.... vedete voi se e come sostituirli con qualcosa di più "sano" 
(tipo...bè, al posto dello zucchero... potremmo pensare a del malto? 
o sciroppo d'uva o acero? non so...)

Io vi lascio la ricetta come la mia nonna l'ha tramandata  a me... 
non so se oserò mai cambiarla e modificarla....mi pare un po' un sacrilegio...
come strappare le pagine dei vecchi libri per fare delle decorazioni.... no....non ne sono capace!
L'unica modifica che ho fatto è l'aggiunta di un po' di cannella...eh eh...lo so, per me è una droga!



Sì....quella è neve! Sul tavolo del mio giardino!;-) 



 INGREDIENTI: 

 1 kg di mele sbucciate tagliate a fettine (nel mio caso ho utilizzato le mele raccolte dai nostri alberi qualche mese fa)
1 hg burro 
2 hg di zucchero 
1,5 hg farina 
sale q.b 
 1 bicchierino di liquore 
(la nonna non specifica il liquore.... se avete del Calvados vi consiglio caldamente di usare quello!)
3 uova 
1 limone non trattato, 
½ busta lievito 


 PREPARAZIONE 

 Spremere il succo di limone sulle mele a fettine, 
aggiungere ½ etto di zucchero ed il liquore. 

Lasciare macerare per 30 minuti.

In una terrina grattuggiare la buccia del limone, aggiungere le uova, il restante zucchero, 
il burro sciolto e raffreddato, la farina ed il sale. 

Mescolare bene ed aggiungere il lievito, quindi le mele. 

Mescolare ancora e versare in una tortiera a cerniera. 

Infornare per un’ora e più a 180° C. 


Se vi va..preparatela e poi fatemi sapere cosa ne pensate!

Questa foto non c'entra molto con la torta ma.... mi piace così tanto il tetto della mia casa! ecco il particolare di uno dei due abbaini della mansarda.




E, mi raccomando, non dimenticatevi di partecipare al Giveaway di Cera Novecento!! ;-))



p.s.. Vi segnalo una bellissima iniziativa:
andate a curiosare un po' le creazioni delle bloggers/dei bloggers che hanno aderito alla bellissima iniziativa di aboutgarden, L'ortodimichelle e GiatoSalò dedicata ad un natale tutto GREEN! 
Io parteciperò il prossimo martedì con delle ali d' angelo...molto particolari! 
Qui trovate tutte le creazioni di oggi e, se cliccate sulle foto sarete indirizzati al realtivo blog! 



Buona navigazione!