giovedì 30 gennaio 2014

Quel che si vede...e quel che non si mostra!


Avevo fatto queste foto proprio perchè da un po' avevo in mente di parlarvi di questo argomento...

dopo l'ennesima richiesta di "aiuto" da parte di un' amica e 
alla rivelazione di una ragazza del paese...

bè, credo sia giunto l'ora, la cosa non può più essere rimandata.

Mi è successo diverse volte che donne come me, mamme, lavoratrici autonome o dipendenti, 
blogger 
ma anche persone che un blog non ce l'hanno, 
mi abbiano chiesto come faccio a fare tutto
(bimbi piccoli, casa enorme, animali, orto, giardino, lavoro nell'azienda di famiglia, gestione delle normali attività quotidiane, rubriche per le riviste, il mio blog....)
e come faccia la mia casa ad essere sempre in ordine e tutta ben arredata (qualche giorno fa avevo pubblicato su Fb la foto della mia cucina la sera...di come è ridotta dopo la cena e le attività dei bimbi! ed ho ottenuto diciamo una standing ovation di donne che mi ringraziavano, addirittura una ragazza del paese mi ha confessato che, con una sua amica, si chiedevano come facessi ad avere tutto sempre in ordine... che finalmente aveva capito che ero umana anche io.... oddio...ci son rimasta di sasso...io davo quest'impressione.... proprio io che molte di voi definiscono come autentica e vera....!)

LA RISPOSTA E' MOLTO SEMPLICE:

non faccio tutto e no, la mia casa non è sempre in ordine come la vedete...
come penso (e spero) non lo sia quella delle altre blogger di cui vedete solo angoli deliziosi e fiorellini...

IL TRUCCO C'E' e VE LO SVELO:
lo zoom della macchina fotografica fa miracoli!

Sistemi e ripulisci un piccolo angolino e fai la foto a quel dettaglio che ti interessava mostrare... ed escludi il casino che regna tutto intorno...
almeno...questo è quello che succede a casa mia (anche se avendo una casa grande molte stanze rimangono in ordine e confesso che io sono un po' maniaca sotto questo aspetto...pulisco e sistemo, sistemo e pulisco ma faccio anche io quel che posso!)

E che spero vivamente succeda anche a casa delle altre bloggers...anche di quelle che, mi dite, si ritraggono sempre perfettamente agghindate e curate, i cui bambini sono sempre puliti (li fotografano solo quando li hanno appena lavati e vestiti di fresco, fidatevi!)

Lo volete un esempio?

Prendiamo la foto del mio igienizzante per la cucina che avete visto in settimana sul blog di Despar,
questa:



Carina e ordinata non è vero?

E ora vediamo che succedeva mentre io fotografavo...con lo zoom naturalmente!

Ecco, questa era la scena alle mie spalle:




Sempre ordine e pulizia? 
Tutto perfetto?
Che dite?

Quindi, fidatevi.... è così che funziona:
siam tutte nella stessa barca!

E se esiste qualche donna che invece è davvero sempre tutta perfetta...oh bè....
la mandiamo a zappare un po' l' orto, che dite???

State serene donne, che siamo una potenza!

E se volete leggere un bellissimo post su questo argomento andate qui, senza esserci messe d'accordo io e Gio' abbiamo trattato lo stesso argomento, lo stesso giorno!! 
http://www.mammadilettante.com/2014/01/quello-che-la-blogger-non-dice.html



                                                            

venerdì 24 gennaio 2014

Questa finestra e questa madre.


La panca costruita un anno fa con uno spesso asse di castagno e che utilizziamo come seduta nella nicchia creata da una delle finestre della cucina.

Fatta per guardare fuori in direzione della nostra fattoria e per ficcarci 
sotto i giochi che i bimbi utilizzano in cucina :-))) ,
ora ha, 
finalmente e solo grazie alla premura, all' attezione e alla bravura di Federica  
(la nostra tata tuttofare!!), 
un cuscino morbido e meraviglioso pronto ad accoglierci... o meglio, ad accogliermi la sera quando, di ritorno dal lavoro mi siedo lì per allattare Carlin e controllare i paciocchi di GG nonchè i fornelli!

Mi piace guardare fuori da quella finestra, la stessa finestra che mia nonna Regina ha sempre amato-
Vedere i miei uomini (marito e papà) che lavorano nell' orto, danno da mangiare agli animali...

chissà, fra qualche anno...sì..mi ci vedo, una tazza di caffè, le ginocchia raggomitolate e un buon libro...
lì rannicchiata...
magari ad aspettare che i ragazzi tornino dalle loro scorribande!

Credo che questa finestra, e questa madre, ne vedranno delle belle! 







                                                              

venerdì 17 gennaio 2014

Di cibo e esami di coscienza


Se esiste una cosa che prendo davvero sul serio è l' alimentazione,
 il cibo che preparo e con cui sfamo la mia piccola tribù.

Ormai lo sapete tutti:
a casa mia si prepara tutto in casa, non si compra cibo pronto o preconfezionato,
molti dei piatti che prepariamo sono, come dicono gli inglesi "farm to table" ossia
"direttamente dalla fattoria alla tavola.

Il nostro concetto di fast food include al massimo una pizza.... sì..ma preparata in casa.

No, non siamo dei fanatici, non siamo nè vegetariani, nè vegani, né abbiamo abolito del tutto latticini e derivati (solo in parte e solo per necessità siccome GG è intollerante alle proteine del latte).

Lo zucchero bianco, quello sì, mi sono sforzata di eliminarlo e sostituirlo con i più salutari mielem malto di mais, grano, orzo, melata di barbabietola che sono altrettanto buoni devo dire!
Anche se per le marmellate che preparo ogni estate/autunno con la nostra frutta ancora non so come regolarmi....

Tutto questo per dire che non credo assolutamente che, per mangiare bene, sia necessario diventare "santi", ma GENUINI, quello sì, il più possibile.

Informarsi di come vengono allevati gli animali se mangiamo carne,
o come vengono coltivate le verdure che acquistiamo e comprare il più possibile da aziende che conosciamo e di cui possiamo fidarci, questo sì!

E poi, e poi...come dice la mia amica Grazia Cacciola  
(che ringrazio qui, pubblicamente, per avermi regalato una copia del suo ultimo libro  "Latti Veg"!):
l' autoproduzione è l'unica soluzione.
Faticoso? che dite? 
No. 
Io dico:
bellissimo e fonte di grande soddisfazione, ecco che vi dico!

Pasta madre in fase di rinfresco

Il libro di Grazia e i miei primi esperimenti di estrazione di latte dalla soia.
Ecco...stavo già per farvi la paternale! Scusatemi... è un argomento a cui tengo troppo e in cui credo fermamente, tanto da dare di matto quando, al supermercato, vedo delle mamme acquistare quegli orribili vasetti di omogeneizzati. 
Non ce n'è bisogno, davvero.
Ci vogliono due secondi a farli in casa, freschi, buoni e giusti
(e qui sto citando un uomo speciale, tale Carlin Petrini, lo conoscete tutti, no???)


Ed ecco che mi avvicino, citando gli alimenti per l' infanzia,al  vero tema di questo mio post...
era ora direte!

Con GG, quando a 7 mesi abbiamo capito che era per lui ora di integrare le poppate al seno con un po' di cibo solido (frutta frullata, brodino vegetale e farine di mais, tapioca, miglio)
non ho avuto alcun problema e tutta orgogliosa, io che ho sempre sostenuto che in una famiglia in cui il cibo è vissuto con gioia e consapevolezza,
in cui i bimbi sono liberi di sperimentare e sporcare, di mangiare dapprima con le mani..
bè, in una famiglia così,
nessun bambino avrà mai problemi di svezzamento,
proprio io mi sono trovata ad avere delle difficoltà con il mio secondogenito, Carlin.

Il mio pane arabo in forno, fatto con la pasta madre. 

Ed infatti Carlo compirà 11 mesi questo sabato e, fino alla scorsa settimana,  non mangiava
 nulla se non il mio latte.

Così, dapprima ho pensato che non fosse ancora pronto e siccome per me non è un problema (ritengo infatti che ogni bambino possa vivere di solo latte fino a quando lo desidera) ho lasciato perdere ed ho continuato ad offrirgli il seno ogni volta che lo desiderava.

Di tanto in tanto ci riprovavo con i cibi "solidi" ma niente...

e mi son detta.."ogni bimbo è a sé..si vede che con lui dovrò faticare"

e le mie convinzioni in merito allo svezzamento cominciavano a vacillare...

ma poi, ma poi....
poi mi sono fatta un attimo di esame di coscienza, proprio una settimana fa.

E da allora Carlo ha iniziato a mangiare.
Non quantità industriali come suo fratello alla sua età,
ma sperimenta, mangiucchia, ormai mangia le nostre stesse cose...su per giù, le pappe le ha saltate a piè pari. Pazienza.
Vuol masticare, e  6 denti ci sono.

Bè, volete sapere cosa è emerso dall'esame di coscienza che mi son fatta?

Che la "colpa" era mia...
l'approccio gioioso e ludico che avevo avuto quando si era trattato di svezzare GG è venuto a mancare un po' con Carlo., forse per parecchia stanchezza accumulata negli ultimi anni....

GG era libero di conciarsi come non so cosa, di sporcare per terra, di sperimentare con piatti e bicchieri, con le sue manine.

I bambini mangiano con noi, non sono d'accordo con i pasti separati  (prima i bimbi, poi i grandi)
Per me il momento del pasto deve essere un momento di condivisione.
E non mi piacciono nemmeno i seggioloni classici...i nostri bimbi mangiano a tavola con noi,
utilizziamo le sedie della Stokke che potete vedere qui: http://www.stokke.com/it-it/highchairs.aspx 
e che cresceranno con loro.
A GG tagliuzzavo i cibi e glieli mettevo davanti, direttamente sulla tovaglia e lui prendeva, 
guardava, studiava, infilava in bocca.

Mi sono ricordata di tutto questo e sono corsa a casa, quella sera,
ed ho ricreato la stessa situazione e così...
anche Carlin si è messo a sperimentare e assaggiare e pasticciare!
Che gioia è stata!


Non tanto per la paura che non avesse voglia di mangiare altro se non il mio latte (che mangia sempre abbondantemente e anche di notte)
ma la gioia di aver capito e individuato il mio errore!









Impasto per la pizza in lievitazione








Ve l' avevo detto che il cibo è una cosa seria!
E lo è ancora di più sapersi mettere un pochino in discussione... per ritornare alle proprie certezze! ah ah!!!
Questo recente avvenimento me ne ha dato un' ulteriore prova.


martedì 14 gennaio 2014

Rami di betulla, farine e galletti segnavento!



Così recita il titolo della mia rubrica Vivere Eco del mese di Febbraio, 
in edicola da qualche giorno sul numero 56 di Vivere Country. 

 E quello che segue è l' incipit... vi incuriosisce un pochino? 

 Alla Fattoria Novecento il mese diFebbraio è un mese di festa (ben trecompleanni!) che si festeggia con unbuon pan brioche fatto in casa mentre si osserva il galletto segnavento che svetta sulla legnaia e che per bene due volte ha portato… la cicogna! 


E, come ogni mese le interessantissime pagine, che aspetto sempre con trepidazione,
dedicate alle piante più country e belle che esistano a cura di Simonetta Chiarugi 
e quelle di cucina con le ricette sfiziosissime e curatissime di Antonella Manfredi!

A presto!

Fra

P.s. sto mettendo a punto un post un po' lunghetto....dedicato al cibo....
occhio!!!!


venerdì 10 gennaio 2014

A casa di un'amica.


Capita che tu, un giorno di 4 anni fa, terminata la ristrutturazione della casa dei tuoi nonni, 
decida di aprire un blog, in onore di quella casa, di quella tua passione;

capita che tu così inizi a condividere non solo foto di arredamento ma anche una fetta della tua vita;

capita che tu diventi fonte di ispirazione per qualche lettrice e che qualcuna di loro lo diventi per te;

capita che qualcuno si affezioni a te senza che tu nemmeno te ne accorga e che,
 pochi giorni dopo aver dato alla luce il tuo secondo bebè, 
questo qualcuno ti invii un pacchetto con delle meraviglie cucite  e ricamate a mano, 
del tutto inaspettatamente...

Già, sembra strano, ma può capitare! 
E così vai a vedere su Fb chi sia questa persona così gentile e cara e...
capita che nasca una bella amicizia, anche se io sto in cima allo stivale e lei infondo, nel tacco!

Sonia è una donna speciale, una gran lavoratrice (anche se lei sostiene di essere pigra!), 
mamma di due bellissimi bimbi.

Ha una naturale predisposizione per il bello e una grande passione per la sua casa,
 come potete vedere dalle foto e dai magnifici angoli decorativi che sa ricreare a casa sua!
E quando le ho chiesto di poter pubblicare qualche foto della sua casa qui sul mio piccolo blog...
bè, si è addirittura emozionata!
Ma si può??? Prrrr!

Quel che mi fa ridere (perchè io sono uguale!) è che non è mai soddisfatta della sua casa! E' in perenne rivoluzione! 
Una casa enorme: 400 mq (scantinato compreso)!
Ci sono mattine in cui mi scrive dicendomi che sta impazzendo, 
che non le piace più nulla di casa sua...
oddio! 
E' matta da legare!

Certo....
Daniele (suo marito)???
Ci sei???
No perché Sonia vorrebbe cambiare giusto un paio di cosucce,....cose da poco eh...
il pavimento, la tappezzeria e... ah sì, anche i divani! 
Ah ahhh!
Che dici, se pò fa????  :-)))

Il pavimento....io mi vedrei un bel pavimento di legno...
ma si sa, la mia è una deformazione!

Ha una casa piena di cose e mobili che lei stessa restaura, recupera, dipinge e decora
 (anche con le nostre cere!!)
 e che io le  ruberei taaanto volentieri!
Oggetti e mobili disposti in maniera sublime!

E poi Sonia dice di essere pigra...vi pare?

Ospita sempre un sacco di gente a casa (30 persone come niente!), 
cucina, prepara il pane che cuoce poi nel forno a legna esterno,
cresce due figli,
gestisce cotanta casa e cotanto terreno,
per non parlare degli animali che anche lei, tra galline, cavalli (che invidiaaaa),
cani, uccellini,pesciolini ecc...è messa proprio bene!!























E il giardino??
Vogliamo parlare del giardino denominato
"Le Sette Querce", grande 2.000 mq
che Sonia e Daniele hanno acquistato 3 anni fa, completamente abbandonato a se stesso e, 
grazie al loro lavoro sapiente, paziente ed immane lavoro, è diventato lo spettacolo che vedete ora??? 
Pensate che quest' anno "Le Sette Querce" sarà "noleggiato" per una festa di matrimonio e lo scorso anno è stato il set fotografico per un negozio di abbigliamento per bambini.




 Non è stupenda questa foto dei suoi bimbi??? 

















Una casa dove i bimbi sono stupendi ma anche tremendi e le mamme non sono sdolcinate ed ammettono di dar di matto e...qualche volta, forse troppo stanche...invece di mettere il pane nel forno a legna...ci infilano il piccolo di casa!!! 







E questo è il suo piccino che si mangia le nocciole della nostra fattoria!
Son soddisfazioni!





Grazie di tutti questi mesi di chiacchiere e risate,
di sfoghi e scambio di opinioni tra mamme e donne, Sonia!!

Ha un sogno nel cassetto la mia Sonia...chissà che questo 2014...
in bocca al lupo!!!