giovedì 23 febbraio 2017

RICOMINCIARE



Va a giorni alterni, ricomincio o non ricomincio a scivere e a fotografare?

Sono cambiate molte cose, in primis la sottoscritta, e credo 
che voi lettrici e lettori fedeli di un tempo, avrete qualche shock leggendomi.

Ho riscoperto piaceri che avevo a lungo abbandonato o relegato nella sezione "cose frivole e senza senso" di quella che era la mia testa a comparti stagni, stagnissimi, inattaccabili.

Fino al momento in cui questi scompartimenti sono stati per così dire attaccati su tutti i fronti ed il mio mondo ha iniziato a traballare, fino a cadere completamente.

Ed è stata una liberazione.

Pian piano ho iniziato a ricostruire, certo non ho terminato e questa è la ragione per cui non mi avete praticamente più letta qui.

Un giorno di Novembre ho preso i miei bambini 
(già vivevamo soli noi tre da alcuni mesi, 
ma ormai a questo punto lo avrete capito) 
e ce ne siamo andati in Finlandia, da Babbo Natale. 
Noi tre, per tre giorni in mezzo al nulla.

E guardando il mondo dal finestrino dell' aereo, ho avuto come la sensazione di abbandonare tutto, per un po'. 
E' stato spaventoso ma mi ha anche schiarito la mente. 









Ricostruire dentro e intorno, tanto da fare, 
tanto da imparare ma soprattutto tanto di me da riscoprire. 








E adesso quello che desidero di più è un po' di caldo ed un bel sole, i piedi nudi e i gonnelloni, un po' di terra da lavorare, una bella piscina o il mare, le erbe profumate e i colori dei fiori.