mercoledì 7 aprile 2010

I "CONSERVATORIES" ALL'INGLESE


Credo che a tutte noi piaccia stare all'aria aperta, a leggere, magari a sonnecchiare un po' o semplicemente a godersi il bel tempo e a fantasticare, no?
A me piace moltissimo stare in giardino anche alla sera, magari con un buon prosecco pieno di bollicine come aperitivo!!!!

Ma in queste prime serate primaverili, qui da me, fa ancora troppo freddo per permettersi un simile lusso, sarebbe molto utile avere una bella veranda (credo sia questo il termine italiano che traduce quello inglese "conservatory",come al solito mi trovo più a mio agio con le definizioni in inglese che con quelle in italiano...è patologico, me lo dicono tutti!).
I conservatories permettono di godere del giardino anche in inverno e possono essere utilizzati come salotto, studio, green houses e quant'altro, a patto che il sistema di ventilazione/riscaldamento sia ben studiato altrimenti avremmo troppo caldo in estate e troppo freddo in inverno!

Esistono conservatories in stile vittoriano (meravigliosi!), georgiano, in legno, in ferro, bianchi,verdi e chi più ne ha più ne metta!


Ecco qualche esempio carino carino:



ed ecco gli interni, più sono affollati, chiari e pieni di fiori e piante più mi piacciono!











A presto,
Fra

2 commenti:

  1. Lovely pictures Francesca, I've always wanted a veranda

    RispondiElimina
  2. Ciao Fra! Complimenti per il tuo trasferimento a blogger...per me è più agevole!!! Sarebbe un sogno avere un conservatory...ma il mio giardino è così piccolo...neanche a pensarci!!!
    Buona serata...magari in giardino...qua oggi fa molto caldo!
    Bacione
    Vale

    RispondiElimina