giovedì 9 maggio 2013

La Torta Paradiso di mia nonna a Pie*ography Thursday by Anne Marie


Amo mangiare bene e amo cucinare, questo lo sapete già, non è vero?
Quello che forse non sapete è che io amo la cucina semplice, della tradizione, un po' rustica.
Non mi piacciono gli strani connubi in cucina, le sperimentazioni selvagge..o meglio, non tutti! 
Li assaggio, per carità, non sia mai...ma la maggior parte delle volte la mia faccia è schifata dopo 
l' assaggio.... come quella volta che mangiai da un famosissimo chef italiano
il risotto con melone e cioccolato.... oddio.... terribbbbile!!!!


Ecco, uno dei miei dolci preferiti è il dolce più classico che forse più classico non si può!
Ma anche così versatile... servito semplicemente così com'è, morbido e delicato oppure accompagnato con marmellate, miele, magari una cremina di cioccolato che con la torta ci sta bene...ma con il risotto...!!!!

LA TORTA PARADISO- Heaven's Cake 
SECONDO LA RICETTA DI MIA NONNA AGNESE
AS MY GRANDMOTHER AGNESE BAKED IT
(che anche lo chef più osannato e strapagato..bè...se lo sogna di cucinare come lei!!!
even the most fampus and well payed chef doesn't cook like she did!!).
Per la cronaca: la nonna Agnese era veneta, campagnola e mamma della mia mamma.

Troverete la ricetta anche in Inglese perché con questo dolce partecipo alla rubrica settimanale di 
Anne Marie, rubrica in cui ogni giovedì presenta una torta tratta dall' ormai famosissimo libro 
"Pie*ography.. if my life were a pie"
  una biografia delle torte, non solo le ricette ma la storia delle donne che le hanno cucinate)di cui Anne ha curato la preparazione delle ricette e lo styling per le foto.








Ingredienti - Ingredients

6 uova- 6 eggs
(preferibilmente di fattoria, e se trovate delle uova di anatra meglio ancora: la torta risulterà ancora più morbida perchè gli albumi delle uova di anatra fanno lievitare i dolci in maniera spettacolare!
If you can, get farm fresh eggs or even better duck eggs since they will make your cake rise more! )
200 gr di fecola di patate - 7,05 oz potato flour
200 gr di zucchero - 7,05 oz sugar
250 gr di burro (io uso la margarina per via dell' intolleranza di GG) - 8,80 oz butter (or you can use margarin if someone is intolerant to milk)
la buccia di un limone non trattato- the zest of an organic lemon
1 bustina di lievito per dolci - 2 teaspoons baking powder for cakes
1 cucchiaino di vanillina- 1 coffespoon of natural vanillin


Separate i tuorli dagli albumi e montate questi ultimi a neve con un pizzico di sale.
Divide yolks from albumens and beat the albumens untill stiff with a little bit of salt.
Mettete il burro in un pentolino e fatelo sciogliere sulla fiamma molto lentamente
Put the butter in a pan and let it melt very slowly
Intanto sbattete i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema di un giallo chiaro
Meanwhile beat the yolks with the sugar untill you will get a light yellow cream
Aggiungete a questo punto il burro fuso, la fecola, la vanillina ed il lievito
Now add to the cream the melted butter, the potato flour, the vanillin and the baking powder.
Mescolate molto bene e solo alla fine aggiungete gli albumi montati a neve avendo cura di mescolare dal basso verso l'alto per non smontarli.
Mix very well and then add the albumens very carefully mixing with a wood spoon from bottom to top, so that they will not deflate.
Cucinate per 40 minuti in formo ben caldo (180°C). 
Cook for 40 minutes in already hot oven ( 356°F)

Questo è il composto finale, molto spumoso e arioso. This is how the the final mix should look, very airy and foamy.

This is such an easy yet so tasty, fragrant and soft cake. You can serve it as it is or filled with your favorite jam ( I've recently made a dandelions jam which is heavenly!!), honey or even a chocolate cream. It is also perfect for breakfast.

Fra




















13 commenti:

  1. Quanto siamo simili in tante cose cara Francesca, io adoro le nostre tradizioni e le cose semplici...sono le migliori. Ci differenzia il fatto che non sono capace di cucinare dolci ..un bacio

    RispondiElimina
  2. ...che per caso c'è possibilità di sostituire la fecola con qualche altro ingrediente???
    Grazie per questa ricetta semplice e facile.
    Annabi

    RispondiElimina
  3. Grazie per la bella ricetta, questa la voglio sicuramente provare. Mi sembra una torta che trovo solo in un panificio del mantovano ma non sono mai riuscita a copiarla.
    Graziella

    RispondiElimina
  4. Oh Fra! I HAVE to try this recipe!! It is delicious and your photography is gorgeous!!

    Thank you so much for sharing :).

    ~Julia

    RispondiElimina
  5. La torta paradiso!!! Sai che ci pensavo giusto qualche giorno fa? Anche mia zia la faceva e aveva un sapore appunto..paradisiaco!
    Le uova di anatra penso di riuscire a trovarle al mercatino dei coltivatori diretti, ma così tante???
    Invece della margarina che è più dannosa del burro dovresti provare il burro di soia..io l'ho scoperto e non lo cambio più! Sostituisce egregiamente burro e margarina e non ha affatto un cattivo sapore. Inoltre ha 0 colesterolo.
    Ok, basta così, altrimenti la ricetta la prossima volta te la do io ;)
    Un bacione mia cara e evviva le cose sane di una volta!
    paola

    RispondiElimina
  6. Io non ho la capabilita' a cuocere i dolci, ma anch'io devo potere fare questo! Ho intenzione di provarlo stasera. Grazie!

    RispondiElimina
  7. yum! and yes...with chocolate sauce - that sounds perfect! tea or coffee do you think?

    RispondiElimina
  8. I've been searching for the perfect torta paradiso recipe and often the cake come out too dry but this recipe is just fantastic and your cake looks exquisite, i'll be trying it very soon :)

    RispondiElimina
  9. Thank you for sharing your Grandmother's recipe! The photos are lovely! I have just purchased the book you have mentioned, 'Pie-ology'. I love it! xx

    RispondiElimina
  10. Che belle le torte delle nostre nonne, io me la ricordo ancora davanti alla tavola della cucina che impastava e frullava...
    Marmellata di tarassaco?? Ricetta please =)
    Un abbraccio cara Fra
    Silvia

    RispondiElimina
  11. Ciao Paola! Sì, hai ragione, devo proprio cercare il burro di soia...oh che barba..io preferirei di gran lunga il burro normale!! Cmq uso la Vallènaturalmente che non ha grassi idrogenati.
    Eh sì, uova proprio 6. ;-))
    Fra

    RispondiElimina
  12. Che bello Fra... le ricette delle nonne sono un dono prezioso da tramandare... che buona questa torta... me la immagino "pucciata" nel latte la mattina... gnammy!
    un bacione
    Etta

    RispondiElimina
  13. per fortuna che ci sono persone a cui piacciono i dolci dela nonna,semplici,genuini.E ho anche le uova di anatra evviva

    RispondiElimina