venerdì 23 gennaio 2015

La cura del bambino: la febbre.



Riprendo la mia rubrica che ho iniziato un bel po' di tempo fa e che ho sospeso (ormai si sa...
non sono una blogger modello!).
La cura del bambino (trovate i primi due post qui)






In tante avete seguito appassionatamente "le prime due puntate" ed ora, complice un post sull' abuso di Tachipirina che ho letto ieri mattina su Fb, 
riprendo nella speranza di chiarire qualche dubbio e promuovere metodi naturali ed alternativi che
UDITE UDITE
FUNZIONANO!! 
(scusate il tono ironico ma troppo spesso vedo sghignazzamenti e scetticismo...la gente è abituata al "pigliate 'na pastiglia" e via...senza pensare a quanti problemi si creino agli organi interni e quanto si stimoli l' insorgere di altre patologie).

Questo è ancor più vero quando parliamo di neonati e bambini, troppo spesso bombardati da antibiotici, antipiretici ecc ecc..., quando invece basterebbe qualche semplice rimedio naturale a cui loro rispondono così bene!

Ecco che oggi voglio condividere quella che è la mia "procedura" in caso di febbre dei bambini (ma anche mia e di mio marito), raffreddore o influenza.



Innanzi tutto dobbiamo capire che l'influenza o la febbre sono condizioni normalissime che non devono farci preoccupare più di tanto, anzi, se la febbre insorge significa che il corpo del nostro bimbo ha innescato, come è giusto che sia, il meccanismo di autoguarigione e di autodifesa.

Se la febbre è su valori che vanno dai 37,5° ai 39° non dobbiamo davvero preoccuparci e tutto quello che occorrerà fare sarà far fare bagnetti tiepidi (mai caldi!, io sto sui 34°C-35°C) e 
sfregare un batuffolo di cotone imbevuto di alcool sotto le ascelle del bambino
E ricordate di scoprirlo, non mettete troppi vestiti: un body di cotone e una maglietta leggera in inverno, anche nudi se è estate perchè se li coprite troppo la temperatura sale alle stelle!
Niente coperte e controcoperte, solo un lenzuolino leggero.

Se sono molto raffreddati e congestionati applico più volte al giorno, sotto i loro piedini, un unguento balsamico che preparo da me con olio di mandorle e olii essenziali di menta piperita, eucalipto e wintergreen. Ripeto, tutto valido anche per gli adulti!


Queste due pratiche faranno abbassare la temperatura quasi immediatamente di 1°C-2°C riportandoci quindi a una temperatura lievemente alterata ma più che accettabile. Non esitate a fare il bagnetto al bambino anche in piena notte..vedrete che poi il bimbo si tranquillizzerà e magari riuscirete anche a dormire qualche ora, insieme!

Se il bambino appare comunque molto "noioso" o infastidito o irrequieto possiamo intervenire con la somministrazione di alcuni granuli omeopatici che sarebbe buona regola avere sempre in casa 
(granuli che alle diluizioni che vi consiglierò sostituiscono egregiamente i vari farmaci a cui purtroppo tutti siamo abituati e i cui nomi conosciamo a memoria. 
Attenzione: prestate molta attenzione alle diluizioni! Controllate che vi diano i dosaggi bassi tipo 6CH, 9CH perchè i dosaggi molto alti non intervengono solo sul problema fisico ma vanno a toccare la sfera emotiva e quindi, in questo caso, dovete assolutamente prima rivolgervi ad un bravo omopata-naturopata perchè rischiate di mettervi e di metterli a soqquadro sul piano emotivo!!).


Ecco cosa uso io in caso di febbre (dai 38° ai 39,5°):
(se la febbre si alza oltre i 40° e non c'è verso di abbassarla allora sarà il caso di contattare il pediatra e chiedere consiglio a lui).

BELLADONNA 6CH : 3 granuli massimo 4 volte al dì in caso di febbre con esantema rosso (viso arrossato, di solito sulle guance). Influenza. 

ACONITUM NAPELLUS 6CH: 3 granuli massimo 4 volte al dì in caso di insorgere di febbre improvviso e con picchi molto alti (39-39,5 gradi) dovuti in genere a raffreddamento.

MERCURIUS SOLUBILIS 6CH: 3 granuli massimo 3 volte al dì diciamo che è un buon rimedio un po' "passe par tout": va bene in generale in caso di febbre, influenza, forti raffreddori.

CHAMOMILA 6 CH: da usare come antidolorifico specialmente in caso di dentizione (che può portare la febbre, quindi se intuite che la febbre del bimbo sia dovuta ai dentini, giù di Chamomilla, ok e niente Alovex o tachipirine!) Funziona "che è uno spettacolo". 
4 granuli anche ogni ora fino a remissione dei sintomi.

Non toccate mai i granuli con le mani ed utilizzate l'apposito tappo per metterli direttamente sotto la lingua, preferibilmente a stomaco vuoto.

Purtroppo in Italia i rimedi omeopatici non sono tenuti in grande considerazione, 
diciamo pure che sono boicottati, e per questo non troverete i foglietti illustrativi sul loro uso e dosaggio..dovrete affidarvi ad un omeopata o ad una farmacia omeopatica ed appuntarvi tutto per bene (io tengo dei fogli appiccicati nel mio armadietto del "prontosoccorso naturale" dove mi annoto tutte le indicazioni fornitemi dal naturopata, lette nei libri, ecc..). Dovrete diventare un po' delle guaritrici, attente osservatrici e un po' streghette pure!

Un sito che in questi anni ho consultato spesso e nel quale ho trovato circa le stesse indicazioni fornitemi dal mio naturopata e dalla mia bravissima farmacista omeopatica è questo: 
http://rimediomeopatici.com/rimedi-omeopatici/
Direi che è un sito serio ed affidabile.

Qui potete studiare i vari rimedi omeopatici e trovare un elenco di sintomi ed i rimedi ad essi associati ma potrete anche approfondire l'aspetto più potente dell'omeopatia: la sfera emotiva e interiore.



Come sempre vi ricordo che io non sono un medico, quanto vi scrivo è frutto di esperienze personali..sul campo! E di una grande passione oltre che di una voglia totale di rivoluzionare alcune credenze e idee che ci sono state instillate negli anni! ah ah!

Risponderò alle vostre domande qui sotto, nei commenti.

A presto con il post sul NO-POOH!!
(scusatemi... mi premeva di più questo post sulla febbre!).


                                                              

9 commenti:

  1. neppure io sono medico, ma mamma ( di tre) e nonna di uno ...e tra un po' arriva il secondo!
    Sempre usato il metodo del bagnetto e delle frizioni con alcool. Nei casi di tosse, difficoltà a respirare ecc. ecc. aprivo tutti i rubinetti del bagno, facendo scorrere acqua calda e, quando l'ambiente era saturo di vapore, mi ci chiudevo con il piccoletto di turno! E per la tosse, che qua andava alla grande....sciroppo di cipolla ( o carote) e zucchero di canna.
    Grazie per tutti i tuoi consigli! un abbraccio ai piccoli. Emanuela

    RispondiElimina
  2. Ho già il numero di telefono di un valido pediatra omeopata! Se penso a tutto l' antibiotico che ho dato a Edoardo quando era piccolino!!! Credo fortemente che per questioni serie l' antibiotico vada somministrato e grazie a chi l' ha scoperto ma spesso i pediatri lo prescrivono per niente è che l' ho capito solo ora; ma come si dice "meglio tardi che mai"! Amo questa tua rubrica....grazie!

    RispondiElimina
  3. Ciao Michela,
    ti ringrazio.
    Certamente, in certe occasioni l'antibiotico ci vuole e viva Dio va dato. Ma oggi se ne abusa.

    RispondiElimina
  4. Ho la fortuna di avere una pediatra che i farmaci li prescrive solo veramente in casi estremi, e che mi asseconda nel mio volerli limitare al minimo. La mia figlia grande, ad esempio, l'antibiotico lo ha preso una volta in 9 anni! Anche a casa nostra dunque è frequente l'uso dei bagnetti tiepidi e delle frizioni con alcol; utilizzo anche il vapore per decongestionare le vie nasali ad aiutare con la tosse ed infine non mi preoccupo troppo finchè la febbre non sale sopra i 39 perchè, come giustamente fai notare tu, la febbre è il sintomo che l'organismo sta reagendo e ha in sè le forse per guarirsi! In un caso di febbre altissima che non scendeva in nessun modo, su consiglio di mio padre medico ho applicato il ghiaccio sull'inguine, con effetti benefici quasi immediati. Non ho mai utilizzato invece l'omeopatia ma il tuo post mi incuriosisce ad approfondire l'argomento, grazie!

    RispondiElimina
  5. Quando i miei figli erano piu piccoli,facevo anche "Il vaccino " omeopatico : da settembre a dicembre .In Francia vendevano la scattolina gia pronta,con tutti i tubetti precisi per 3 mesi.Io sono scioccata di vedere le medicine che sta prendendo il bimbo che guardo, perchè sempre malato da novembre ( andando al nido non puo guarire poi...). Sei brava ed io ti leggo con molto interesse sempre . Ciao.

    RispondiElimina
  6. Fra, you and your boys are
    just gorgeous! I hope your
    little one is feeling better now.
    Nothing more scary than a
    high fever!

    Happy weekend, sweet friend.

    xo Suzanne

    RispondiElimina
  7. Ho letto ed apprezzato questo tuo post.
    Ma su tutte, una cosa mi è garbata di più...
    ...
    ...la foto del bimbo sul trattorinooo!
    Che sagoma che è.
    Ciao
    A.A.

    RispondiElimina
  8. Sono incinta e inizio ad appuntare la qualsiasi...grazie della condivisione!
    i tuoi figli sono vaccinati? Io sono combattuta...

    RispondiElimina
  9. Mamma di un cinquenne e di una (quasi) treenne. Abbiamo sempre superato le loro febbri (anche quelle più alte, fino a 40,5°) con l'attesa, le coccole, il respiro, i massaggi, il nudismo (o semi-nudismo, d'inverno), tanta frutta fresca, tanta tetta e, nei casi più estremi, i granuli omeopatici placentari. Il nostro organismo ha delle grandissime potenzialità di autoguarigione: lasciamole esplodere in tutta la loro potenza!

    RispondiElimina