mercoledì 8 giugno 2016

Regali e autoregali



Fare un salto in giardino, nel prato,
raccogliere questi delicati fiori che crescono spontaneamente 
fra i filari della piccola vigna, 

trovare un paio di piantine di piselli ricresciute dai semi 
dello scorso anno,

farne un mazzetto per "autoregalarmelo".






E poi arrivare a casa in pausa pranzo....e accanto a quel mazzetto "autoregalatomi"...

trovare una composizione così perfetta in ogni sua sfumatura, disposta all' interno di in una delle mie tante lattine di Pastiglie Leone che lei, Federica, sa che adoro.

Sempre fiori del giardino, raccolti e preparati per me!

Grazie Fede! 








5 commenti:

  1. Anche io adoro i fiori scovati per caso,poco appariscenti,ma dei veri regali per chi sa scovarli!
    Grazie e bentornata!

    RispondiElimina
  2. La cosa che più mi incuriosisce di te è che, con poco...ed una macchina fotografica, riesci sempre a dare tanto.
    Non so spiegarlo meglio, scusa
    A.A.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. wow.... grazie!
      e dire che mi sembrava un post molto... come dire...banale...

      Elimina
    2. Io di banalità qui dentro non ne ho mai trovata.
      Semplice non vuol dire banale, tutt'altro.
      Lode al semplice quindi, e lode a questo tuo post.
      Ciao
      A.A.

      Elimina
  3. Fra, tutto bene? Quando torni sul blog? Barbara

    RispondiElimina